profughi-ucraina

Tappe principali per i profughi ucraini in Liguria: Infopoint, prima accoglienza e servizi

Tappe principali per i profughi in Liguria

(Цю статтю можна перекласти українською, натиснувши на перемикач мови в нижньому лівому куті браузера)

Infopoint
Dove verranno assegnati i codici STP (straniero temporaneamente presente), saranno eseguiti i tamponi ed eventualmente predisposte le
vaccinazioni o le cure di emergenza necessarie.

Imperia
Infopoint presso il parcheggio del supermercato Lidl
(via Goffredo Alterisio 76, Tel: 328 3607752)
ORARIO: da lunedì a venerdì, dalle ore 12.00 alle 13.30, sabato e domenica e festivi, dalle ore 8.00 alle 13.00
Al primo accesso viene effettuato il tampone, se necessario saranno prenotati i vaccini ed è opportuno portare tutta la documentazione
possibile. Vanno bene anche solo le foto dei certificati vaccinali.

Savona
Infopoint di fronte alla Questura (via dei Partigiani 2)
ORARIO: tutti i giorni dalle ore 8 alle ore 20

Genova
Infopoint presso Sala Chiamata del porto Piazzale S. Benigno
ORARIO: dal lunedì al sabato 9:00-15:30

Per tamponi, STP e vaccini in ASL3

● Villa Durazzo Bombrini Via L.A. Muratori 11/R
ORARIO: dal lunedì al venerdì 8:00-15:00 Tamponi, screening sanitario, vaccinazioni (anche minori). Sabato e domenica
9:00-12:00 (solo tamponi). Mail: bombrini.ucraina@asl3.liguria.it

Il codice STP ed il codice ENI, insieme al certificato di indigenza, sono reperibili in ASL3 anche presso:
● ASL3 Genovese
Palazzo della Salute di Fiumara – Via Operai, 80
Ospedale Villa Scassi – Corso Scassi,1
Distretto 11 – Via Assarotti, 35
Distretto 12 – Via Archimede, 30
● Ospedale Galliera
Via Volta, 8 (ingresso principale)
● IRCCS AOU San Martino IST
Largo R. Benzi, 10
Chiesa di Santo Stefano
Piazza Santo Stefano, 2, 16121 – Tel: 010 587183
ORARIO: dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 18:00 per registrazione e distribuzione beni di prima necessità

Chiavari
Infopoint presso sede vaccinale hub di Piazza Leonardi.
ORARIO: dal lunedì al sabato dalle ore 9 alle ore 17. Per informazioni e contatti email dedicata: crisiucraina@asl4.liguria.it

La Spezia
Infopoint tra la Questura e il Parco della Maggiolina (via Reggio Emilia).
ORARIO: dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle ore 19

Per la prima accoglienza (valido per tutte le province)

Rivolgersi al Commissariato o alla Stazione di Polizia se completamente sprovvisti di un alloggio e non hanno dove andare a dormire → verrà
assegnato un alloggio temporaneo
Oppure, se già provvisti di alloggio: Commissariato della zona per comunicare la propria presenza sul
territorio tramite la dichiarazione di ospitalità di chi fornisce l’alloggio compilando l’apposito modulo.
Documentazione richiesta:
– copia dei documenti del dichiarante
– copia dei documenti del cessionario (passaporto biometrico – solo pagina dei dati anagrafici e quella del visto d’ingresso in Italia, certificati di
nascita – anche in lingua originale)
– copia della documentazione comprovante la proprietà o il titolo di godimento dell’immobile (atto di proprietà, contratto di locazione, ecc.)

Per la richiesta del permesso di soggiorno

Questura Ufficio Immigrazione per il rilascio del permesso di soggiorno.
1) Protezione temporanea: per le persone che sono arrivate in Italia dopo il 24 febbraio 2022.
Validità di 1 anno con il diritto di tornare in Ucraina.
2) Protezione speciale: per le persone che sono arrivate in Italia prima del 24 febbraio, bisogna compilare il seguente modulo oltre a
pagare in posta una ricevuta di Euro 80,46 più una marca da bollo da Euro 16,00, 4 foto formato tessera, il modulo di ospitalità e la
fotocopia passaporto. Registrazione online e richiesta appuntamento su https://prenotafacile.poliziadistato.it (spiegando i motivi
del rilascio : scegliere come motivo “cure mediche”)
Validità 1 anno con il diritto di tornare in Ucraina.
3 ) Asilo politico: per le persone che sono in Italia da prima del 24 febbraio 2022. Senza il diritto di tornare in Ucraina, viene ritirato il
passaporto Ucraino.
A tutti i profughi che si presenteranno in Questura per la richiesta del permesso di soggiorno verrà rilasciata una ricevuta con la
propria foto (chiamata striscina), sulla quale sarà già indicato il Codice Fiscale.
Con il Codice Fiscale potranno richiedere la Tessera Sanitaria alla propria ASL di appartenenza, con la successiva assegnazione del
medico di famiglia e/o del pediatra.
NB: nel caso in cui il passaporto fosse in scadenza sarà possibile rinnovarlo recandosi presso il Consolato Ucraino a Milano (Via
Ludovico di Breme 11) che lo prorogherà di ulteriori 5 anni.

Come prendere appuntamento in Questura

Se provvisti di passaporti biometrici

Documentazione richiesta:
– passaporto biometrico di ogni membro della famiglia (maggiorenni e minorenni)
– n.4 foto formato tessera per ogni membro della famiglia
– fotocopia passaporti (pagina dati anagrafici e quella con il visto d’ingresso in Italia)
– modulo dichiarazione dell’ospitalità timbrato al Commissariato
– fotocopie certificati di nascita (anche non tradotti)

Imperia
Ci si può prenotare mandando richiesta via mail a immig.quest.im@pecps.poliziadistato.it e riceveranno prontamente
risposta con ora e data dell’appuntamento oltre che una lista dei documenti che serviranno a fare la richiesta del permesso di
soggiorno.

Savona
Ci si può presentare senza appuntamento

Genova
Prenotazione tramite la casella PEC dedicata immig.quest.ge.ucraina@pecps.poliziadistato.it
(indicando i nomi e cognomi di tutti quelli che si presenteranno in questura per la richiesta del permesso di soggiorno e allegando
scansione della prima pagina del passaporto biometrico e della pagina dove è presente il timbro di uscita dall’Ucraina).
Si riceverà una mail di risposta con la data dell’appuntamento che sarà indicativamente dopo circa 3-6 settimane.

La Spezia
Ancora da confermare le modalità d’accesso

Se si è sprovvisti di passaporti biometrici

Documentazione richiesta:
– l’attestazione di identità (o nazionalità) di ogni membro della famiglia (maggiorenni e minorenni) che può rilasciare solo il
Consolato Ucraino a Milano a coloro che sono sprovvisti di passaporto Biometrico
– n.4 foto formato tessera per ogni membro della famiglia
– fotocopia passaporti non biometrici di cui sono in possesso
– modulo dichiarazione dell’ospitalità timbrato al Commissariato
– fotocopie certificati di nascita

Imperia
L’appuntamento va sempre preso via mail a immig.quest.im@pecps.poliziadistato.it
Acquisiscono ugualmente le pratiche anche di chi non ha un passaporto biometrico, ma per validare il permesso di soggiorno
richiedono necessariamente che venga integrato da un attestato di identità che può rilasciare soltanto il Consolato Ucraino a Milano
(Via Ludovico di Breme 11).

Savona
Chi ha il passaporto non biometrico (ma anche chi è totalmente senza documenti) può richiedere il permesso di soggiorno senza
dover andare al Consolato di Milano perché a Savona hanno adottato un modulo su cui il profugo autodichiara le sue generalità. Gli unici
che dalla Questura di Savona vengono indirizzati al Consolato sono le coppie miste, dove uno dei coniugi è ucraino e l’altro no. In quel
caso è necessario che il Consolato rilasci loro il certificato di matrimonio.

Genova
Prenotazione dell’appuntamento tramite la casella PEC dedicata immig.quest.ge.ucraina@pecps.poliziadistato.it
(indicando nome e cognome di tutti i membri della famiglia che vogliono richiedere il permesso di soggiorno e allegando il
documento d’identità di ciascuno).
Verrà fissata la data (dopo circa 3-6 settimane) in cui presentarsi muniti di tutta la documentazione.
Nel frattempo è necessario richiedere l’attestato di identità (sia per maggiorenni che per minorenni) che deve essere rilasciato dal
Consolato Ucraino di Milano (Via Ludovico di Breme 11). Sempre al Consolato si richiede di inserire sui passaporti biometrici
dei cittadini ucraini i figli minori di anni 16 sprovvisti di documenti.
Orari: lun-giov 9-13 e 14-18, ven 9-13 e 14-16, sab-dom 10-14 (presentarsi senza appuntamento)

La Spezia
Ancora da verificare le modalità d’accesso + necessità attestato di identità rilasciato dal Consolato

Trasporti

Al momento ci risulta che i profughi possano viaggiare gratis solamente nei primi 5 giorni di permanenza in Italia.

Come richiedere il medico di famiglia una volta in possesso del codice fiscale rilasciato dalla Questura (valido per tutte le province)

ASL per l’iscrizione all’anagrafe ed assegnazione del medico:
si consiglia di arrivare prima delle ore 7 per mettersi in coda, dalle ore 8 circa non rilasciano più i numeri.

Documentazione richiesta (per ogni persona)
– fotocopia del passaporto
– fotocopia della ricevuta (striscina) rilasciata all’Ufficio Immigrazione (sulla quale è indicato il Codice Fiscale)
– fotocopia modulo dichiarazione dell’ospitalità
Da portare le fotocopie!, non le fanno sempre presso l’ufficio ASL.
Viene rilasciata la tessera sanitaria cartacea di durata 6 mesi.
Raccomandato presentarsi già con il nome di un medico suggerito magari da conoscenti o da chi ospita il cittadino Ucraino.
La procedura indicata da Alisa è uguale per tutte le ASL, si consiglia perciò di recarsi presso un anagrafe sanitaria della provincia in cui ci si trova.

IN CASO DI EMERGENZE PEDIATRICHE
In caso di emergenze pediatriche la procedura è contattare la guardia medica dopo le 20:00 specificando che si tratta di emergenza
pediatrica per bimbo ucraino (i numeri delle guardie mediche sono facilmente reperibili in internet per ogni provincia).
Certificato vaccinale per le vaccinazioni obbligatorie per l’accesso al servizio educativo (compresi servizi e scuole private paritarie)
Quali sono e a chi sono rivolte
Le vaccinazioni obbligatorie per i minori di età compresa tra zero e sedici anni, che non siano già immuni a seguito di malattie naturale, sono 10:
Per i nati dal 2001 al 2016
● anti-epatite B
● anti-tetano
● anti-poliomielite
● anti-difterite
● anti-pertosse
● anti-Haemophilus influenzae tipo b
● anti-morbillo
● anti-parotite
● anti-rosolia
Per i nati dopo il 2017
Sono obbligatorie le stesse vaccinazioni previste per i nati 2001-2016 più l’anti-varicella.
Le Asl definiranno le modalità con cui iniziare e/o completare il ciclo vaccinale, fornendo tutte le informazioni necessarie per un’adesione consapevole.

Per chi fosse in possesso di un certificato vaccinale inlingua ucraina:

Imperia
Presentarsi nei seguenti ambulatori per la traduzione dei certificati (possibilmente telefonando prima).
– Sede di Ventimiglia Corso Genova 88, 2
ORARIO: dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 13. Recapito telefonico: 0184 534 986 numero attivo lunedì, mercoledì e venerdì dalle 13.30 alle 14.30
– Sede di Sanremo via Fiume, 33
ORARIO: dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13. Recapito telefonico: 0184 536 446 numero attivo dal lunedì al venerdì dalle 13.30 alle 14.30
– Sede di Imperia Palasalute, via L. Acquarone, 9
ORARIO: dal lunedì al venerdì dalle 8.20 alle 12 Recapito telefonico: 0183 537 635 numero attivo martedì e giovedì dalle 12.30 alle 14

Savona
Presentarsi con il certificato da tradurre all’ Hub vaccinale Palacrociere di Savona zona porto, 17100 Savona, oppure mandando il certificato via mail a
vaccinazioni.savona@asl2.liguria.it

Genova
Portare il certificato vaccinale da tradurre a Villa Bombrini o al centro profilassi Fiumara (su appuntamento).
Per Fiumara Bambini: mail a vaccinazioni@asl3.liguria.it (oggetto: segnalazione minore ucraino – Testo: nome cognome data di nascita
recapito) si verrà contattati da operatori che daranno appuntamento.
Per Fiumara Adulti: mandare mail con scritte le necessità a vaccinazioni@asl3.liguria.it spiegando di cosa si ha bisogno . Tutte le mai possono essere messe all’attenzione della dott ssa Yakubovich che è una delle responsabili dell’emergenza Ucraina per ASL3.

Chiavari
Per far tradurre il certificato vaccinale recarsi all’Hub di Piazza Leonardi dove vengono rilasciati sul momento anche gli STP sia per adulti che per minori.
I certificati vaccinali dei minori vengono tradotti anche tramite gli istituti scolastici che si avvalgono della collaborazione diretta dell’ASL4.

La Spezia
Il profugo che si presenta all’EX Fitram (Via del Canaletto, 100, 19126 La Spezia SP) per le procedure di accoglienza (STP) riceve tutte le
informazioni necessarie anche per quanto riguarda le vaccinazioni obbligatorie e se è in possesso del certificato vaccinale viene indirizzato
sul momento nel caso servisse una traduzione.

Per chi NON fosse in possesso del certificato vaccinale

Imperia
Ci si presenta nelle stesse sedi e con le stesse modalità di chi ha un certificato da tradurre e si verrà presi in carico per fare un esame del
sangue (gratuito) che individuerà gli antigeni presenti nel sangue delle malattie per cui si è già stati vaccinati e sarà redatto un certificato
vaccinale ad hoc segnalando eventuali integrazioni.

Savona
Sempre presentandosi all’ Hub vaccinale Palacrociere di Savona, zona porto, 17100 Savona. Anche qui verrà eseguito un esame del sangue
(gratuitamente) per l’individuazione degli anticorpi e verrà consegnato il certificato vaccinale con segnalata la necessità di eventuali integrazioni.

Genova e Chiavari
Per chi non è in possesso del certificato vaccinale ma ha terminato il ciclo delle vaccinazioni obbligatorie in Ucraina ci sono due strade.
1) ASL 3 si offre di far ripetere tutti i vaccini necessari.
2) Si provvede a proprie spese a fare gli esami del sangue i cui risultati si portano successivamente a Villa Bombrini dove, analizzandoli, può essere
riconosciuta la presenza di alcuni vaccini mentre verranno segnalati quelli mancanti.

La Spezia
Chi non è in possesso del certificato vaccinale viene considerato come non vaccinato e potrà ripetere l’intero ciclo vaccinale.

Ricerca lavoro

I profughi devono essere già in possesso del Codice Fiscale, del permesso di soggiorno oppure della ricevuta (striscina) rilasciata dalla Questura
1. Registrazione online sul sito
https://miattivo.regione.liguria.it/miattivowebprod/adesione
motivi umanitari → disoccupati (non percettori) → in cerca di prima occupazione
2. Compilazione di questo modulo online che permetterà di essere inseriti nel nostro database interno che condivideremo con le associazioni di
categoria per agevolare lo scambio tra domanda lavorativa e offerta sul territorio.
Il Consiglio provinciale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro mette a disposizione consulenze individuali per gli ucraini che vogliono supporto e
informazioni sui contratti di lavoro.
Per richiedere una consulenza individuale puoi scrivere a: ucraina@saloneorientamenti.it o telefonare al +39 345 801 9249

Istruzione e formazione

Tutti i minori stranieri, anche se privi di permesso di soggiorno, hanno diritto ad essere iscritti a scuola, la cui frequenza è obbligatoria per i
minori dai 6 ai 16 anni di età. L’iscrizione può essere richiesta in qualunque periodo dell’anno a cura dei genitori o di chi ne ha la tutela. La frequenza
della scuola è gratuita.

Documenti e requisiti richiesti per l’iscrizione
– Passaporto, Codice Fiscale, STP rilasciato dallo Stato italiano o il permesso di soggiorno. In mancanza di tali documenti, la scuola accetta
comunque l’iscrizione del minore straniero.
– Un domicilio e un contatto telefonico.
– Se disponibili, le pagelle e/o gli attestati che specificano gli studi compiuti nel paese d’origine.
– Certificato vaccinale, se in possesso
Per trovare la scuola più vicina alla propria residenza o per avere supporto nella scelta dell’istituto da frequentare inviare una email all’indirizzo email
ucraina@saloneorientamenti.it
Alle richieste sarà possibile avere risposte anche in lingua ucraina. Sarà inoltre possibile prenotare un incontro in ogni provincia per ricevere
informazioni e supporto.

Sussidi e altri aiuti economici

Per tutte le province

Punti di ascolto Caritas

In tutte le province i profughi possono rivolgersi ai punti di ascolto Caritas presenti sul territorio per richiedere beni di prima necessità e buoni
spesa, oltre che per farsi mettere in lista d’attesa per un alloggio.

Sussidio economico

Richiesta del contributo di sostentamento, compilando il modulo online che trovate al seguente link:
https://contributo-emergenzaucraina.protezionecivile.gov.it/#/

Vademecum/info utili

https://contributo-emergenzaucraina.protezionecivile.gov.it/#/vademecum

Indicazioni per provincia

Imperia

Associazione accoglienza senza confini che si occupa di condividere aiuti alimentari quando possibile e indirizzare i profughi presso la Caritas locale
per altri beni di prima necessità. Inoltre indirizzano verso strutture in loco che organizzano corsi di italiano, incontri ed eventi a scopo ricreativo e
assistenza psicologica per coloro che ne avessero necessità. Sono anche disponibili a seguire il profugo nell’espletamento di tutte le pratiche
burocratiche necessarie guidandolo tra i vari uffici. Contatto: 339 2973041

Savona

Punto ascolto Caritas: in Via Dei Mille, 4 – Savona –
ORARI: dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 11.30 e mercoledì dalle 15 alle 17.30
Recapito telefonico: 019 807258
Recapito mail: emergenze@caritas.savona.it

Genova

Registrazione alla comunità ucraina presente alla Chiesa di Santo Stefano (Piazza Santo Stefano, 2 – Genova- Tel: 010 587183 Ricevono lun-ven dalle
9 alle 18.)→ Il Santo Stefano indirizza poi il profugo al Punto di Ascolto Caritas più vicino per la distribuzione di buoni spesa da spendere presso i
supermercati IN’S con importo dai 20 agli 80 euro a settimana in base al numero di persone presenti nel nucleo familiare.
Presso la Chiesa di Santo Stefano distribuzione di pacchi alimentari con prodotti a lunga scadenza, in base alle necessità.
Altre Parrocchie presso cui è possibile chiedere supporto:
Chiesa di Nostra Signora della Consolazione (Via della Consolazione, 1): ricevono solo su appuntamento lunedì e giovedì dalle 9 alle 11, solo per i
residenti in zona Foce e Carignano. Per fissare l’appuntamento: 375 6149331, orari lun-ven 9-11 e 15-17 Lasciano i buoni spesa: 20 euro a persona al mese da spendere presso i supermercati IN’S.
Una volta al mese consegnano il pacco con prodotti alimentari a lunga scadenza, sempre su appuntamento.
Chi desidera offrire aiuto alimentare o di altro genere che non sia un alloggio, può portarlo alla Chiesa di Santo Stefano che si occupa di raccogliere e distribuire a chi ne ha bisogno.

Rapallo

A Rapallo hanno istituito una mail dedicata: ucraina@comune.rapallo.ge.it e un numero unico a cui segnalare eventuali necessità sul territorio: 0185-680481

La Spezia

Centro d’ascolto Caritas La Spezia: Via Don Giovanni Minzoni, 43 – La Spezia – Telefono: 0187 731601

Alloggi Per tutte le province

Rivolgersi alle Prefetture della zona in cui ci si trova nel caso in cui non si abbia nessun tipo di alloggio e si verrà presi in carico per una
sistemazione provvisoria presso le strutture residenziali per la prima assistenza ai profughi (5 giorni), in vista del trasferimento in strutture
dedicate, sempre individuate dalle prefetture.
Rivolgersi in alternativa anche ai Punti di Ascolto Caritas della zona in cui ci si trova perché anche loro hanno a disposizione liste di alloggi messi a disposizione per i profughi.

Attività extrascolastiche e svago

Per avere informazioni aggiornate su tutte le province guardare il sito https://www.orientamenti.regione.liguria.it o scrivere mail in italiano o in ucraino
a ucraina@saloneorientamenti.it

Corsi di lingua italiana:

Corsi online

Lezioni in streaming sul sito La Liguria per l’Ucraina -> link accesso perlezioni in streaming

Corsi in presenza

Per richiedere le disponibilità dei corsi di italiano per ucraini in presenza sul territorio ligure guardare il sito https://www.orientamenti.regione.liguria.it o scrivere una mail a ucraina@saloneorientamenti.it

Schede telefoniche per i profughi attivabili gratuitamente a Genova

Per facilitare le comunicazioni con chi ha famiglia o amici in Ucraina Assoutenti fornisce a tutti i profughi che sono sul territorio delle sim
ricaricabili CLUB Voice&Mobil by DIGI su rete Vodafone valevoli per un mese gratuitamente e poi rinnovabili a 10 Euro al mese.
Offerta COMBO 10: Sim con 500 minuti di traffico verso tutta la comunità europea e con 50 giga dati per videochiamate con le app di messaggistica.
Le schede sono richiedibili su appuntamento allo 010 8691845 nell’ufficio di Assoutenti che si trova in Via Malta 3/1 Genova Centro, oppure
nell’ufficio di Assoutenti che si trova in Piazza Vittorio Veneto 31/r Genova Sampierdarena prenotando allo 010 6429995

Il presente articolo può essere scaricato in formato PDF

LINK (italiano) LINK (Ucraino)

Condividi su

Facebook
Twitter
Telegram
WhatsApp
Email
Print

Scansiona il QR code per installare la Web App sul tuo smartphone o  tablet, sarai sempre informato delle novità con un click. Non occupa memoria!

Clicca per installare la Web App sul tuo smartphone o  tablet, sarai sempre informato delle novità con un click. Non occupa memoria!

Clicca per installare la Web App sul tuo smartphone o  tablet, sarai sempre informato delle novità con un click. Non occupa memoria!

it Italiano
X